+66 93 320 8393 info@incomingasia.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login
+66 93 320 8393 info@incomingasia.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Street Food Bangkok, 21 aprile 2017

In questi giorni si leggono numerosi articoli in merito al bando della vendita in alcune zone, del famoso street food. Popolare tra i locali ma anche tra i milioni di turisti che visitano la città.
Decisione che ha creato non pochi malumori tra i venditori, e tra i turisti che amano questo tipo di attività durante le loro vacanze in Thailandia. Articoli recenti della stampa tailandese e internazionale, comunicano che l’amministrazione metropolitana di Bangkok (BMA), è intenzionata a vietare le bancarelle di street food dalle strade principali di Bangkok. Cosa vera ma su cui bisogna fare più chiarezza.

STREET FOOD Bangkok, cosa cambia…

La TAT ha contattato la BMA e ha scoperto che, mentre esistono provvedimenti per controllare i fornitori di alimenti, e sulle normative vigenti da rispettare, non vi è alcun divieto totale sulla vendita di alimenti di strada. La BMA è cosciente che i venditori di street food sono una parte vitale dell’identità della città, e che hanno aiutato Bangkok ad essere elencato dalla CNN, come una delle 23 migliori città del mondo per i prodotti alimentari di strada. La BMA ha affermato che fornirà supporto e consulenza ai venditori di street food della città, per aiutarli ad elevare gli standard igienici, a migliorare la sicurezza alimentare, e ad aderire a procedure di gestione dei rifiuti.

street food bangkok-thailand-vacanze-in-thailandia-tour-operator-italiano-thai-food
Per garantire la sicurezza e la comodità di tutti gli utenti della strada, la BMA sta lavorando con l’Ufficio della Polizia Metropolitana e la sua Divisione del traffico, per rendere le aree destinate alla vendita di street food più sicure, di facile accesso e pulite. I venditori di street food sono stati al momento trasferiti in zone designate nei pressi di mercati vicini, o aree più turistiche per permettere loro di poter vendere le loro pietanze. Le famose strade di Yaowarat Chinatown e Khao San Road che raccolgono tanti turisti, non saranno soggette a questo trattamento, ma riceveranno un’attenzione particolare per garantire che i fornitori e venditori di street food soddisfino gli standard internazionali igienici.

In sostanza, la BMA intende rendere più pulite le aree, e i prodotti che si vendono più sani.
Un azione del tutto civile, e una sorta di aggiornamento degli standard di pulizia e qualità.

Ecco in sintesi i 3 punti fermi di questo cambiamento:

  • Aggiornare gli standard igienici per la preparazione dello street food, il servizio alimentare, e garantire maggiori controlli sulla verifica delle regole applicate
  • Offrire una sorta di corso di formazione base sulla sicurezza alimentare, per poter ottenere un autorizzazione alla vendita
  • La BMA farà rispettare le misure relative alla gestione dei rifiuti, alla pulizia delle ciotole e degli utensili utilizzati dai clienti

street food bangkok-thailand-vacanze-in-thailandia-tour-operator-italiano-thai-food


Le Autorità del turismo della Thailandia (TAT) desiderano rassicurare tutti i turisti e viaggiatori internazionali, che Bangkok manterrà la sua nomea di città dello street food. Il cambiamento in atto è rivolto al miglioramento di una forma di vendita che non raggiunge gli standard minimi internazionali di igiene. In quanti evitano di fermarsi ai venditori per strada perchè si ha la sensazione che sia sporco?
Molti nostri clienti infatti evitano questa realtà cosi criticata e allo stesso tempo affascinante.
Se verrà gestita in maniera intelligente, non può che far bene all’economia e all’immagine del paese.